Mediexplorer

Dislipidemia.it

Dislipidemia

Uno studio ha analizzato il trattamento e il controllo della dislipidemia nei pazienti ad alto e altissimo rischio cardiovascolare in trattamento per la prevenzione primaria della malattia cardiovasc ...


Non è chiaro se la concentrazione di colesterolo HDL svolga un ruolo causale nella aterosclerosi. Un fattore più importante potrebbe essere la capacità di efflusso di colesterolo HDL, la capacità de ...


Le linee guida 2013 dell'American College of Cardiology / American Heart Association ( ACC / AHA ) hanno introdotto un modello di previsione e hanno abbassato la soglia per il trattamento con statine ...


La psoriasi è una malattia infiammatoria sistemica associata a un aumentato rischio di malattie cardiovascolari. L'ipercolesterolemia è un fattore di rischio maggiore per le malattie cardiovascolari ...


L’ipercolesterolemia familiare eterozigote ha una prevalenza teorica stimata in 1 su 500, e in molti Paesi, meno dell’1% dei pazienti riceve diagnosi.Lo screening diretto in una popolazione generale d ...


Uno studio ha valutato il rischio vascolare di bassi livelli di colesterolo HDL in relazione all'uso e all’intensità dei farmaci ipolipemizzanti in pazienti con malattie vascolari clinicamente manifes ...


Le associazioni dei livelli di colesterolo LDL ( LDL-C ), colesterolo non-HDL ( non-HDL-C ) e apolipoproteina B ( apoB ) con il rischio di eventi cardiovascolari in pazienti trattati con terapia stati ...


Le statine riducono il colesterolo LDL e prevengono gli eventi cardiovascolari, ma i loro effetti netti in persone a basso rischio di eventi cardiovascolari restano incerti.È stata compiuta una ...


Un’elevata concentrazione plasmatica di colesterolo HDL è associata a un ridotto rischio di mortalità cardiovascolare, ma non è chiaro se questa associazione sia causale.Sfr ...


Dal momento che la terapia statinica aumenta il rischio di diabete mellito, il bilanciamento dei rischi e dei benefici derivati da questi farmaci è controverso.È stata condotta un’ ...


E' stata esaminata in modo prospettico l'associazione tra colesterolo totale e l’incidenza per il tumore sito-specifico e per tutti i tipi di cancro tra 1.189.719 adulti coreani registrati nel N ...


La relazione tra i principali lipidi e apolipoproteine ed il rischio di malattia vascolare non è ben definita. Sono stati analizzati i dati di 68 studi prospettici di lungo periodo, per un tota ...


Il livello di colesterolo HDL rappresenta un forte predittore di morbilità e di mortalità nella popolazione generale.Esistono dati conflittuali sugli effetti protettivi degli alti livell ...


Molti pazienti che ricevono terapia con statine per l’iperlipidemia, come i pazienti affetti da diabete mellito e sindrome metabolica, presentano rischio cardiovascolare residuo.Questi pazienti ...


I farmaci antipsicotici di seconda generazione possono causare aumenti dei livelli di lipidi nel sangue in misura maggiore rispetto ai più vecchi antipsicotici.Tuttavia il rischio può no ...


L’obiettivo primario dello studio ORBITAL è stato quello di confrontare l’effetto della terapia con Rosuvastatina ( Crestor ) associata ad iniziative in grado di favorire la complia ...


La riduzione del colesterolo LDL ad un predeterminato livello target può lasciare ancora un eccesso di lipoproteine aterogeniche, come ad esempio le apoB.Un’analisi, compiuta sui dati del ...


I livelli di colesterolo HDL sono un importante fattore predittivo inverso di eventi cardiovascolari. Comunque, non è chiaro se questa associazione sia mantenuta anche a livelli molto bassi di ...


La terapia con le statine ha mostrato di ridurre gli eventi avversi perioperatori nei pazienti che si sono sottoposti a chirurgia vascolare. Tuttavia, i potenziali benefici della terapia ipolipemizzan ...


L’Atorvastatina ( Lipitor / Torvast ) e la Rosuvastatina ( Crestor ) sono entrambe altamente efficaci nel ridurre il colesterolo LDL ed i livelli di trigliceridi. Tuttavia, la Rosuvastatina ha m ...


Più di 50 studi hanno riportato significative riduzioni della lipidemia in risposta all’assunzione di 20-40mg /die di miscele di policosanoli derivati dalla canna da zucchero cubana. Tutt ...


L’ipercolesterolemia familiare è caratterizzata da un aumentato rischio di coronaropatia prematura. Il rischio è esacerbato dalla presenza di obesità addominale e resistenza ...


Secondo Fernie Penning-van Beest del PHARMO Institute di Utrecht, un trattamento più continuativo e l’impiego di più alti dosaggi di statine ( farmaci ipocolesterolemizzanti ) potr ...


C’è un crescente interesse nell’impiego di terapie naturali per ridurre gli elevati livelli di colesterolo LDL. Uno studio compiuto da Ricercatori della University of New South Wale ...


I pazienti con malattia renale cronica non-dialisi-dipendenti hanno più bassi livelli di colesterolo HDL, più alti livelli di trigliceridi, apo B, colesterolo IDL remnant, colesterolo VL ...


E’ stata valutata l’efficacia e la sicurezza del raggiungimento degli obiettivi di colesterolo LDL < 1.8mmol/l secondo le lineeguida NCEP ( National Cholesterol Education Program ) nei ...


Ezetimibe ( Zetia / Ezetrol ) è un inibitore selettivo dell’assorbimento del colesterolo a livello intestinale, in grado di ridurre i livelli di colesterolo LDL del 20% circa.Ezetimibe può essere impi ...


Ricercatori dell’Amsterdam University in Olanda hanno voluto verificare se i pazienti affetti da ipercolesterolemia familiare diagnosticata mediante esame del DNA differissero da quelli diagnost ...


Lo studio Helsinki Heart Study ha interessato 4018 uomini dislipidemici di mezza età. Lo studio era finalizzato a valutare l’efficacia del Gemfibrozil ( Lopid ) nella prevenzione della co ...


Ricercatori della Dundee University in Gran Bretagna hanno stimato l’impatto sugli eventi cardiovascolari dei cambiamenti nei livelli di colesterolo HDL. Lo studio di comunità ( Tayside i ...


Ricercatori dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri di Milano hanno compiuto uno studio caso-controllo tra il 1991 ed il 2002 riguardante il tumore della prostata. Hanno preso parte ...


Uno studio coordinato da Ricercatori dell’University of Texas Southerwestern Medical Center di Dallas ( USA ), ha esaminato l’effetto delle variazioni nella sequenza di DNA che possono rid ...


Lo studio MESA ( Multi-Ethnic Study of Atherosclerosis ) ha determinato la prevalenza, il trattamento ed il controllo della dislipidemia nelle donne senza malattia cardiovascolare alla luce delle racc ...


La dislipidemia e l’ipertensione si presentano spesso assieme, ma esistono pochi studi clinici che hanno esaminato la relazione tra livelli lipidici plasmatici ed il rischio di sviluppare iperte ...


Uno studio, condotto dall’University of Southern California, ha verificato se i cambiamenti nell’aterosclerosi a livello coronarico, misurati mediante angiografia coronarica quantitativa, fossero asso ...


L'obiettivo primario dello studio ORBITAL (Open Label Primary Care Study: Rosuvastatin Based Compliance Initiatives to Achievements of LDL Goals) è quello di valutare il rapporto costo-efficaci ...


L' obiettivo dello studio osservazionale EASY è stato quello di verificare quanto le lineeguida NCEP ( National Cholesterol Education Program ) riguardo al " Management del colesterolo", venissero seg ...


Osservazioni epidemiologiche hanno mostrato che i livelli plasmatici di colesterolo totale sono correlati al rischio di malattia coronarica in un ampio intervallo di valori di colesterolo.Dal momento ...


Il target primario della terapia ipolipidemizzante è quello di ridurre i livelli plasmatici di colesterolo LDL, allo scopo di ridurre il rischio di malattia coronarica.Recenti studi clinici hanno rico ...


Il Third Report of The National Cholesterol Education Program ( NCEP/ATP III ) è stato pubblicato nel 2001 in versione ridotta e nel 2002 nella sua versione completa.ATP III fornisce raccomandazioni s ...


Ricercatori della Miami University hanno valutato l’impatto della terapia HAART ( highly active antiretroviral therapy ) con o senza inibitori della proteasi sul rischio di sindrome metabolica X ...


La malattia cardiovascolare rappresenta una delle principali cause di morbidità e di malattia tra i pazienti con malattia renale cronica.Diversi studi clinici hanno dimostrato che la riduzione ...